La Seconda Scacchiera

La mia Seconda Scacchiera!
Di nuovo nella Polvere

La “più” nuova scacchiera del bastardo, una scacchiera Multilivello!
Di nuovo negli abissi della polvere di nuovo nell’euforia della Creazione…

La Prima scacchiera era finita ma la mia esaltazione era alle stelle e poi quella lava mi stava già cominciando a stressare:
ad ogni partita ne saltava un pezzetto ed io giù a ritoccare, aggiustare e bestemmiare!
Cosa fare?

Innanzitutto eliminare la lava e sostituirla.
Ma con cosa?
Con del muro, mi sono subito detto, ma la cosa mi sembrava troppo banale.
Il mio Ego era alla ricerca di qualcosa che stupisse di più e quindi già a progettare e riprogettare…
Poi, un giorno, ho fatto una gita a Volterra, ed ecco l’idea: una scacchiera multi livello!

E giù a fare altri progetti, ho anche fatto una prova con google SketchUp e numerosi piani con un foglio di calcolo perchè ad un certo punto mi si stavano incrociando i neuroni!

Ho buttato giù un piano di massima ed ho cominciato a creare tessere…
Solita storia…
– Prendere marmorina
– Aggiungere H2O
– Creare pappetta
– Colare negli stampi
– Aspettare
– Rasare
– Aspettare
– Togliere i pezzi
– Controllare le bolle (eventualmente sbizzarrirsi in improperi fantasiosi…)
– Ricominciare

Insomma tutto ciò che è contenuto nel tutorial Guida all’uso dei meravigliosi mold (stampi) di HirstArts più:
– Spruzzare tutto di nero
– Via con il Dry Brushing

Lavoro lungo e un po’ noiosetto… ma che permette di fantasticare molto sul risultato finale.
Dopo aver finito le tessere e parte del muro di cinta si è posto un problema:
E come diavolo le faccio le diverse altezze?

Tre mesi di ricerca e di studi di materiali e alla fine la risposta è stata: con il SUGHERO!
Sughero: Leggero e facile da tagliare! (Si, lo so, sembra uno spot…)
Sono andato in un negozio per il fai da te e ho comprato un po’ di pannelli di sughero per isolare.
Poi un po’ di MDF per la base (che non è stato poi così semplice da tagliare…) e tanta, tanta, tantissima COLLA!
E questa volta non colla vinilica ma del tipo “ci attacco i quadri al muro”. Inoltre l’esperienza fatta con la prima ha limitato di molto le fuoriuscite di colla e, conseguentemente, le feroci bestemmie.

Questa Scacchiera non è stata divisa in quadranti, è un BLOCCO unico, il che ne riduce (di poco) la trasportabilità ma ne aumenta (e di MOLTO) l’effetto!

Se la prima era stata una bella sfida questa è stata semplicemente esaltante!

Ultima considerazione: al fondo vedete la creazione di torrioni che andranno a completare la scacchiera:
– andranno ad incastrarsi agli angoli
– sono ancora in costruzione (e lo sono ancora NdL 2017)
– se ci fate caso le torrette agli angoli erano già state pensate, ma non implementate, nella prima versione, qui invece le ho fatte!
ED ORA PASSIAMO ALLA GUIDA VISUALE!

Fase 1 – Si colora


Pittura
Questa l’avete già vista…

 

Con il solito Dry Brushing e il solito biadesivo per fermare le tessere, poi è stata la volta dei muri, degli archi, dei teschi…

 

Effetto finale post pittura
Effetto finale post pittura

 

 

…e poi si guarda il risultato finito, senza livelli, ma era già un bel vedere, quasi allargava il cuore…

 

 

Fase 2 – Le altezze dei livelli


Confezione del sughero
Confezione del sughero

Ecco il sughero, i pacchi contenevano 10 fogli, sono stati ridotti a striscioline e quadretti, lo studio per sezionarli riducendo al minimo lo spreco non è stato banale, alla fine mi sembrava di giocare a tangram a forza di studiare incastri e combinazioni!

Sughero
Si lavora con il sughero

 

Questa immagine può rendere l’idea di quello che intendevo dicendo di dover sezionare il sughero per fare le altezze.
Si può notare infatti che alcune strisce sono lunghe come l’intera scacchiera, altre come 1-2-3…-7 tessere.

 

Excel
Excel

 

Non vi hanno convinto i mesi spesi in studi grafici ed affini?
Eccovi la prova!
Questo era per il sughero…

SketchUp
SketchUp

 

 

…e questo era il progetto fatto con SketchUp per la scacchiera. Tra l’altro questo progetto non è poi stato rispettato perché in fase di assemblaggio, provando e riprovando, mi è sembrata più suggestiva un’altra “configurazione”…

 

Quasi alla fine
Quasi alla fine

 

Qui la fase 2 era quasi finita:
ultime due strisce!

 

 

 

Finita!!!
Finita!!!

 

 

Qui invece era proprio finita!

 

 

 

Allineamenti vari
Allineamenti vari

Ultimi allineamenti e controlli e si è passato ad incollare muri e decorazioni.

 

 

I muri ancora bianchi
I muri ancora bianchi

Qui si può vedere il sughero e, sullo sfondo, a destra i muri…
…che sono ancora da spruzzare di nero e da invecchiare (sob!)

 

 

Ora del tutto finita!
Ora del tutto finita!

Ed ecco il risultato finito!!!!!!
Che Sensazione! Il mio Ego era già alle stelle!
Per questa prova ho utilizzato due miei set di pezzi…
…quello attuale e quello che usavo un tempo.

 

 

Dettaglio muri
Dettaglio muri

 

Un piccolo dettaglio di come ho allestito i lati:
due porta fiaccole e un teschio posizionato su una porzione di arco

 

 

Ah! Non so se l’avete notato (o se ve ne frega qualche cosa…) nella foto precedente ho usato due miei set e uno è quello dei Nani! Quel “famoso” set di cui, nella sezione dedicata ai miei pezzi, avevo detto che: “Erano nani…
uno a cavallo di un orso (il cavallo) lo si può vedere nella sezione miniature…
appena li ritrovo tutti cerco di fotografarli!”
Appena ho un attimo li fotografo in soggettiva… (non l’ho ancora trovato… NdL 2017)

Fase 3 – Risultato Finale e Debutto


Il debutto della Seconda Scacchiera
Il debutto della Seconda Scacchiera

 

Ecco la scacchiera al suo debutto ufficiale, ce ne era stato uno precedente ma di quello mancano le prove fotografiche (acc… avevo dimenticato la macchina fotografica).

 

 

 

Vista Perticolare
Vista Perticolare

 

…ma queste foto sono state fatte durante la presentazione UFFICIALE del gioco ad un club ludico locale…

 

 

 

Bastardo con i Tarocchi

…dove molti dei partecipanti hanno guardato le scacchiere (ero andato anche con la versione 1.0, quella della lava, per intenderci) con aria molto ammirata facendo così gonfiare il mio EGO a tal punto che il circolo che ci ospitava a fatica è riuscito a contenerlo!
Quello che vedete al centro della scacchiera è il mazzo dei tarocchi da cui si ricavano gli obbiettivi.

 

Fase 4 – I Torrioni!


Al momento in modalità WiP (Come dicevo sopra ancora in WIP NdL 2017)

WIP 1
WIP 1

 

Quasi dimenticavo i Torrioni! Sono 4, uno per ogni angolo, servono per due motivi:
– Renderanno, a mio avviso, l’effetto scenico impressionante
– Copriranno alcune imperfezioni negli angoli

 

 

WIP 2
WIP 2

 

 

Sono ancora in preparazione e, a breve seguiranno foto degli stesse finite. Per ora tocca accontentarvi della versione “work in progress”.

 

 

 

WIP di gruppo
WIP di gruppo

Eccoli tutti e quattro, più o meno completi…
Beh! Una cosa la posso anticipare… i nomi!
Si chiameranno:
Casa del Silenzio
Casa del Tormento
Casa dello Smarrimento
Casa della Perdizione

 

Torrioni ancora in WIP 1
Torrioni ancora in WIP 1

 

 

Alcuni Torrioni (Case) in via di conclusione.

 

 

Torrioni ancora in WIP 3 
Torrioni ancora in WIP 2

Anticipazione\Trailer: La mia Terza Scacchiera

Solo, al momento, nei miei pensieri…
…ci vorrà tempo…
…probabilmente molto…
…è fatta a spicchi…
…in potenza permetterebbe di giocare a partire da tre giocatori fino a n.
Ho già detto che ci vorrà tempo vero?
Vedremo…
Vedrete…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *