S. W. S. – Il Segreto di Yoda – Episodio 06×1

Riporta Damian

Ci stiamo dirigendo verso l’hangar dello Star Destroyer non troviamo nessun tipo di resistenza ci assale il dubbio che abbiano evacuato alcune parti della nave.
Apriamo la porta e troviamo un hangar completamente vuoto, la Torchlite è all’interno dell’hangar, il blocco a prua (lo shuttle) con il forziere Jedi è stato staccato e aperto.
Il forziere, il luogo in cui era rinchiuso Eren-El,  è davanti a noi ma è chiuso e posizionato di fronte allo shuttle.

Intorno a lui ci sono dei paletti ai suoi 4 lati.
Davanti al forziere, e all’interno dei paletti, c’è un uomo di taglia piccola con le mani dietro la schiena che fissa il forziere, è in piedi.
E’ vestito da ufficiale imperiale.

Procediamo, Kile e Tereb dietro, Milla al centro e io e Binghal davanti.
D’altra parte dobbiamo fare la nostra parte da prigionieri.
Kyle gli urla: “Signore abbiamo qui i prigionieri, che ne facciamo?”
Si mette a ridere e risponde: “Puoi lasciarli qua… caro Kyle Katarn”
Si volta e ha le fattezze di un ragazzino e un uniforme con i gradi di un Grande Ammiraglio.

“Ma prego, entrate nell’hangar, non rimanente così sull’uscio” dice ridendo.
Noi andiamo a metterci sotto copertura di alcune scatole che sono nell’hangar.
Kyle spara un colpo di blaster e ciò rivela il muro di forza davanti a lui che crepita.
Il ragazzo ride con voce stridula tipica della sua età
“Cosa diavolo ci fa qui un ragazzino da solo e vestito così?” penso molto confuso.
Provo a sentire tracce di Forza ma non sento assolutamente nulla. Il che implica due cose, Eren-El non è nei paraggi e il ragazzino ha qualche asso nella manica.
“Vi rigrazio, vi ringrazio, per essere caduti nella mia trappola non pensavo di poter catturare addirittura tutta la cellula di Trappist One!”
“Vedo che non siete molto loquaci, vabbè vediamo se vi saranno più simpatici i miei Stormtrooper!”
Schiocca le dita e si apre un portellone alla nostra sinistra dal quale entrano 18 Stormtrooper.


Kyle si ricorda di un certo Xarovit Remex un bambino prodigio che ha scalato i gradi dell’impero.
Xarovit spara a Kyle ma lo manca.
Kyle spara a uno Stormtrooper e lo uccide.
Tereb ne uccide un altro.
Io provo, usando la forza a tirare verso di me il sarcofago-forziere Jedi per schiacciare il ragazzino contro il suo stesso muro di forza ma qualcosa mi blocca. Resto interdetto.
Non ho individuato nessuna presenza della Forza prima che un Sith si stia occultando? Se fosse così saremmo già spacciati.
Binghal con uno schianto di forza uccide tutti gli altri, sedici Stormtrooper. Grande Binghal ma un po’ avventato.
Appaiono altri Stormtrooper, una ventina. Binghal è esattamente di fronte a loro, senza nessuna copertura!
Tereb sente nel comunicatore “Squadra Ombra, qui squadra Phoenix, stiamo scendendo non possiamo aspettare oltre” .
Gli A-Wing cominciano l’attacco e noi siamo bloccati qui!


Gli Stormtrooper cominciano a sparare e Bighal, lui è in mezzo al fuoco, estrae la spada laser e riesce eroicamente a deflettere un colpo ma tre vanno a segno.

Binghal è a terra, è gravemente ferito ma sento che è ancora con noi.
Xarovit spara nuovamente a Kyle e lo colpisce.
Una terza guarnigione di venti Stormtrooper entra e si para davanti al giovane Grande Ammiraglio.
La situazione evolve di male in peggio.
Tereb si mette a correre e nascondendosi si porta avanti cercando di arrivare all’astronave.
Se ci riuscisse potremmo avere qualche speranza, che la Forza sia con lui.
Kyle, sempre dalla sua posizione, spara e colpisce uno Stormtrooper del nuovo squadrone e lo ferisce gravemente.
Milla spara ma manca il bersaglio.
Arriva anche Skyekorning. Ci mancava giusto lui!
Lo afferro immediatamente con la Forza e lo scaglio in mezzo all’hangar facendolo sbattere ovunque, è vistosamente ferito.
Mentre penso alla sua bella entrata d’effetto, lui mi spara ma mi manca.


Sparano gli Stormtrooper.
Milla e Kyle vengono colpiti.
Cadono a terra.
Il terribile ragazzino prende un ComLink e dice “Ripristinate l’energia”.
Sentiamo una voce dall’interfono che recita: “Energia ripristinata su tutta la nave, tutti i sistemi sono tornati completamente in funzione”.
“Forse per voi è ora di vedere la gloria dell’Impero” ci ammonisce il ragazzino “aspettate di vedere i miei tie che faranno a pezzi la vostra di ridicola flotta”.
“Pensavate davvero che fosse così facile disabilitare uno Star Destroyer”
Milla e Kyle sono a terra, forse morti, Binghal sta parecchio male, la situazione è disperata.
Cerco di contattare Eren-El e poi riprendo con la forza Skyekorning e lo scaglio contro la seconda guarnigione.
Sento Eren-El: “Sono qui con voi, resistete!”


Tutto ad un tratto si sente parecchio rumore dietro alla guarnigione che ha ferito Binghal e, tra le urla degli Stormtrooper, appare Eren-El che con la spada laser miete soldati: è il caos
Rinvigorito dall’apparizione del fratello del mio maestro, afferro di nuovo, grazie alla Forza, Skyekorning lo scaglio verso il supponente ragazzino, lui muore e alcuni Stormtrooper davanti al Grande Ammiraglio rimangono feriti.
Il suo primo ufficiale è ridotto in poltiglia davanti a lui. E’ ora che il borioso infante impari la potenza dei Jedi!
Eren-El usa una spinta di forza e spazza via tutta la guarnigione tranne quattro soldati.
Il Grande Ammiraglio spara a Eren-El, lui devia il colpo su uno degli Stormtrooper contro cui avevo lanciato Skyekorning e lo uccide.
Binghal spara ad un altro Stormtrooper e lo uccide.

Non ho tempo da sprecare se non riesco ad interagire con le cose all’interno del perimetro del campo di forza questo non significa che non possa usare le cose che si trovano all’esterno!
Sono conscio del fatto che non potrò continuare a lungo ad usare lo stesso potere della Forza, ma non ho scelta.
Scaglio un’enorme cassa, che era sospesa, sul paletto di sinistra del Grande Ammiraglio e che mantiene lo scudo di energia e lo abbatto.
Il campo di forza che protegge il ragazzino sfrigola e comincia a cedere. Perfetto! Esattamente come speravo.
La mia gioia viene immediatamente interrotta da un gruppo di Stormtrooper che avanzano verso di me e sparano.
Attivo la spada laser.
Un colpo si dirige verso di me ma riesco a defletterlo.
Binghal viene di nuovo colpito ma leggermente.

Tereb nascondendosi si accorge che lo scudo sta cedendo e spara a Xarovit, lo colpisce e lo ferisce.
Eren-El stermina Stormtrooper con una facilità disarmante. Sembra danzi! Quanto tempo!

Il Grande Ammiraglio è shockato pare essere tornato il bambino che è, con gli occhi lucidi e il viso trasformato in una maschera di odio si gira verso Tereb e gli spara ma lo manca.
Anche Tereb gli spara nuovamente e lo colpisce.
Kyle si è rialzato! Cerca di curare Milla ma pare che lei non si rialzi.
Ho paura che non ce la faccia. Non può finire così!
Se l’artefice di tutto questo è quel dannato ragazzino che paghi! Sento una furia crescere in me.
Mi muovo verso di lui, cercando di rimanere sotto copertura.

Riesco ad afferrarlo con la Forza e gli faccio colpire tutto ciò che ha intorno, è a terra, ferito, gravemente.
C’è un momento di silenzio.
Poi dai vestiti strappati e macchiati di sangue del giovane Grande Ammiraglio si alza un grido: “Uccideteli tutti! Immediatamente!”
Sei Stormtrooper corrono verso di me uno cerca di colpirmi con la vibrolama ma mi manca il secondo anche, cerco di pararlo ma non ci riesco e mi arriva un colpo.

Eren-El si libera facilmente degli ultimi Stormtrooper e corre verso il ragazzino, gli lancia la spada laser addosso, lo colpisce in pieno, procurandogli un profondo squarcio sul fianco destro e Xarovit cade a terra.
Gli Stormtrooper sono atterriti, alcuni scappano, altri si guardano intorno confusi.


Tereb si scaglia su Xarovit, io e Binghal gli urliamo, di non ucciderlo. Lui, combattuto, lo disarma, lo afferra e urla “Buttate immediatamente giù le armi”.
I soldati si guardano confusi.
Intimidisce il ragazzo puntandogli il blaster alla tempia e gli urla di dire a tutti di buttare le armi.
Lui grida l’ordine e loro lo fanno.
G4-B3 si attiva: “Squadra Ombra, squadra Ombra, qui squadra Phoenix, non riusciamo a liberarci di questi Tie, abbiamo bisogno di tempo, cercate di resistere”
Diciamo a Xarovit di farli ritirare: “Ragazzino dai l’ordine se ci tieni ad avere ancora due occhi per vedere cosa accadrà domani”
G4-B3 si attiva nuovamente: “Squadra Ombra, qui squadra Phoenix, non sappiamo cosa abbiate fatto ma i Tie si stanno ritirando. I cannoni però continuano a renderci la vita impossibile. Cerchiamo di sbarazzarcene e poi diamo il via al piano”
Xarovit, anticipando la nostra richiesta ci schernisce: “Mi avete preso per uno sprovveduto? Ho isolato la sala comandi è impossibile comunicare con lei! Le vostre navi sono spacciate, poveri idioti. E tra poco arriverà Darth Vader e sarà la fine per voi!”
Ci guardiamo, sorridiamo.
Tereb, guarda il ragazzino e gli dice:”Impossibile comunicare con loro dici, e chi ha detto che vogliamo parlarci”.
“Andiamo a trovarli!”
Siamo di nuovo tutti insieme, ci hanno raggiunto anche i nostri droidi, forse non è ancora finita. Forse stiamo per fare la differenza!
Ci dirigiamo verso la sala comandi, la maggior parte degli Stormtrooper che incontriamo alla vista del loro Grande Ammiraglio tenuto in ostaggio lasciano cadere a terra le armi.

Gli altri vengono letteralmente spazzati via da Eren-El
Durante il cammino mi avvicino al ragazzino e gli sussurro all’orecchio: “Immagino che non vedrai l’ora di spiegare a Darth Vader come hanno fatto sei ribelli a prendere possesso di un intero Star Destroyer, vero ragazzino?”
Adesso la spavalderia è scomparsa e vedo chiaramente la paura. E solo un ragazzino.
Arriviamo alla sala comandi la resistenza è scarsissima i presenti o scappano o vengono uccisi.
Da lì vediamo arrivare due Tie bomber e un Tie Advanced è Darth Vader.

Stanno entrando nell’hangar di attracco dove ci sono le diverse navi tra cui le nostre.
Tereb si inserisce nel sistema dello Star Destroyer, spegne i cannoni e nota che l’impero, dallo Star Destroyer, teneva sotto controllo la prigione attraverso 6 camminatori.
G4-B3 comunica con la squadriglia di Ala-A: “Ragazzi, qui squadra Ombra, preparatevi a vedere i fuochi d’artificioooooooo Hi-Haaaaaaaaaaa”
Tereb comanda ai allo Star Destroyer di fare fuoco dai cannoni sui camminatori  per liberare il perimetro di contenimento della prigione e la contraerea.
Crollano immediatamente tutte le difese della prigione, i ribelli ora sono liberi di entrare.

Anche Milla si inserisce nel computer e vede che dallo Star Destroyer veniva tenuta sotto controllo anche la sede della Hutt “amica” sua, dato il forte legame che legava riesce ad aspettare fin a due secondi per dare l’ordine ai cannoni di radere al suolo il posto, con dovizia di particolari. L’attacco è immediato. non rimane nulla.
“Squadra Phoenix, qui squadra Ombra, Yehaaaaaaa, Prigioni, liberate e tolto un piccolo sfizio, ora dovete farci uscire da qui!”
Improvvisamente Eren-El dice:”Un grande male è salito sulla nave devo affrontarlo.”
Si volta verso di noi e affida a me e Binghal gli holocron dicendoci: “Eravate i prediletti di Sol-El, è giusto che li abbiate voi e li proteggiate. Continuate a crescere nella Forza, cercate gli altri.”
Milla dice a Tereb di distruggere il sistema di comunicazione della nave in modo da rallentare Darth Vader nel riprendere il controllo della nave.
Tereb chiede se deve attivare l’auto distruzione dello Star Destroyer, nessuno ha un attimo di esitazione.
“Abbiamo 10 minuti per essere fuori da qui” ci risponde.
Usciamo dalla sala comandi sempre tenendo stretto e legato il Grande Ammiraglio.
Darth Vader seguito da una guarnigione di Stormtrooper si para davanti a noi.


Vediamo il fratello del nostro maestro che si porta tranquillamente davanti a lui, attiva la sua spada laser e, mentalmente, ci dice: “Andate, che la forza sia con voi”.
Io e Binghal ci occupiamo della guarigione di diciotto Stormtrooper, con uno schianto di Forza e una presa di Forza vengono tutti spazzati via.
Lo scontro tra Eren-El e Darth Vader è tremendo ma questo non impedisce a Vader di voltarsi verso di noi.
Sento un gelo assalirmi fin dentro le ossa. E’ orrendo.
Il suo sguardo è chiaro: “Vi troverò”.
Continuiamo a correre e arriviamo nell’hangar.
Tutti ci lanciamo verso l’YT-2400 poi, improvvisamente, io e Binghal vediamo, a fianco della nostra nave, uno shuttle imperiale.


Ci guardiamo, sorridiamo e ci stacchiamo dal gruppo per salire sulla nave, C4-X0 mi segue silenzioso, questo droide è più intelligente di quello che voleva far credere.
Milla, Kyle, Tereb, la testa di G4-B3, il malconcio Grande Ammiraglio e Pat-21 salgono sull’YT-2400.
Diamo potenza ai motori delle navi e siamo fuori!


Sentiamo Milla che urla dal comunicatore: “Avete preso lo shuttle! Avete preso lo shuttle! Non fate scherzi eh!”
Poi è la volta di G4-B3: “Raaaaagaaaaazziiiii, la squadra ombra lascia il nido di vespeeeee ma non vuole deludere i suoi milioni di fan in tutta la galassia! 5…4…3…2…1…Booom!”


E lo Star Destroyer esplode in miliardi di pezzi, in un fragoroso silenzio.
“E così abbiamo sistemato anche maschera nera! Che succeeeeeessooooooo la squadra Ombraaaaaaa!” chude G4-B3 dall’YT-2400.
Si sentono le grida di gioia dei piloti delle Ala-A sopravvissuti che intanto si sono affiancate a noi.
Io e Binghal ci guardiamo in silenzio, entrambi sappiamo fin troppo bene che il grande male è ancora presente e molto forte, non possiamo dire lo stesso per Eren-El, non lo sentiamo da nessuna parte.
Ci scuotiamo dai quei gelidi e tenebrosi pensieri, abbiamo inferto un colpo incredibile all’Impero.
Se noi siamo riusciti in una simile azione cosa accadrebbe se in tutta la galassia molti si comportassero allo stesso modo?
Per chiunque la nostra azione potrebbe essere di ispirazione. Sarebbe un meraviglioso lascito per Eren-El e Sol-El.

Il comunicatore si accende e una voce che non riconosciamo dice:”Siete stati incredibili, Trappist One è libera! L’Impero e la Hutt sono stati cancellati!”
“Certo per voi non sarà semplice tornare sul pianeta per un po’, volete unirvi a noi? Dopo quello che avete fatto per noi sarebbe un onore!”
Riconosciamo la voce di Tereb: “Come sta mio fratello? E’ vivo?”
“Si, è sano e salvo e chiede di te! Tra poco vi potrete incontrare” risponde la voce sconosciuta
“Come facciamo a venire da voi? Vi seguiamo per tutto l’universo o ci date delle coordinate? E poi la mia roba?” questa è indiscutibilmente Milla.
“Coordinate inviate” dice la voce ridendo “Non ti preoccupare Milla ci siamo già occupati di tutto noi, la ribellione sa come mostrare la gratitudine ai propri eroi”

Guardo Binghal e gli chiedo:”L’avresti mai detto che avresti pilotato uno shuttle imperiale rubato da uno Star Destroyer che abbiamo appena fatto esplodere?” … lui mi risponde al solito modo: “Comunque lo avevo detto che era una trappola!”
Mi siedo a fianco a lui e mi godo lo spettacolo, altre sfide verranno, potremmo non vincerle tutte, ma questo momento è magico.


Sarebbe un peccato andasse sprecato.

Vedo Binghal inserire le coordinate.

 

Questo post è stato già caricato sul blog di Giobin dove potete trovare altre cose molto interessanti, andate a trovarlo! Si trova QUI 

 

Questo è stato l’ultimo episodio della stagione, si ringrazia il master per aver creato una storia, dei personaggi e un’ambientazione incredibili.

Grazie anche ai fantastici compagni di avventura: Binghal, Kyle, Milla, Pat-21 e Tereb

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *